Gli stadi della cellulite

La Cellulite si evolve in tre distinti stadi

Gli stadi di sviluppo della cellulite
Credit: Fotolia © olly

La cellulite evolve con l'inestetiso in tre distinte fasi, durante il primo la circolazione linfatica subisce un rallentamento, il ristagno di liquidi causa un processo infiammatorio che è alla causa di microlesioni dei tessuti capillari. I liquidi e con essi anche le tossine si riversano nei tessuti, si ha quindi la comparsa di edemi e piccole aree gonfie localizzate che attribuiscono alla pelle uno stato molle ed inelastico. La cellulite compare principalmente sui polpacci, gambe, cosce e braccia.

La seconda fase della cellulite produce dei veri e propri noduli costituiti da cellule adipose che spinte dall'azione dei liquidi in eccesso subiscono un'alterazione metabolica causa del famoso inestetismo "pelle a buccia d'arancia".

La cellulite nel suo terzo stadio produce dei noduli di dimensioni più elevate che possono causare dolore al tatto, il pessimo stato di circolazione che si è creato può dare origine a capillari dilatati ed ematomi.

Cellulite Fibrosa

Nello stadio di cellulite fibrosa nella pelle appaiono molte protuberanze, è comunemente definita come il secondo stadio della cellulite. Esteticamente l'inestetismo passa da un aspetto di buccia d'arancia, tipico della cellulite edematosa, ad uno stadio dove è maggiormente visibile l'alterazione cutanea. La cellulite si forma a causa di un progressivo ristagno di liquidi che insinuandosi nelle zone adipose crea delle aree di accumulo di grasso dure al tatto. Le cellule adipose che si trovano isolate dal ristagno di liquidi, lentamente si distanziano l'una dall'altra, ed allontanandosi dal circuito linfatico non riescono più a smaltire efficacemente le tossine, si instaura così un un processo di fibrosi con la formazione di piccoli noduli. Se trascurato questo stadio di cellulite può evolversi verso lo stadio successivo caratterizzato dalla comparsa di noduli moto evidenti.

Cellulite Sclerotica

Lo stadio di cellulite sclerotica è l'ultimo ed il più fastidioso e difficile da eliminare, i tessuti si presentano ricchi di noduli, la pelle nelle zone affette dall'inestetismo è piena di protuberanze e dolorante al tatto. I tessuti sottocutanei sono sottoposti ad un notevole stress, le cellule adipose aumentano di numero ed in volume, i setti fibrosi che separano le cellule adipose tendono ad irrigirdi e ispessirsi, il rallentamento del flusso sanguigno e linfatico causano la scleroficazione dei tessuti, i nervi sono così compressi e ciò è la causa del dolore.

Cellulite Edematosa

La cellulite edematosa è uno dei primi stadi di comparsa dell'inestetismo, si presenta prevalentemente su cosce e glutei, se pizzicata si nota il classico effetto a "buccia d'arancia" con la pelle fittamente bucherellata. La cellulite edematosa ha origine da squilibri ormomali e da cause ereditarie, anche la pillola anticoncezionale può esserne la causa. L'inestetismo prende origine da una trasudazione di liquidi dai vasi sanguigni, i liquidi si fermano fra le cellulie adipose causando una ritenzione idrica locale. Le cure per la cellulite edematosa prevedono di correggere la dieta, attività fisica, massaggi e cosmetici anticellulite.