Cellulite e massaggio manuale, funziona davvero?

Dal massaggio linfodrenante a quello rassodante, lo scopo è quello di migliorare il funzionamento del microcircolo e di rassodare la cute colpita dall'intestetismo

Massaggio manuale
Credit: Fotolia © carol_anne

Il massaggio manuale ha origini antichissime, il tocco della mano è capace di rilassare, di riequilibrare le energie e di portare cambiamenti estetici sul corpo umano. Esistono molte tecniche di massaggio, ognuna destinata ad uno specifico campo.

Dal punto di vista estetico i trattamenti manuali più conosciuti ed utilizzati sono quelli per combattere la cellulite. Dal massaggio linfodrenante a quello rassodante, lo scopo è sempre quello di migliorare il funzionamento del microcircolo (causa prima che permette alla cellulite di manifestarsi) e di rassodare la cute colpita dall'intestetismo.

Per avere i migliori benefici bisogna affidarci alle mani di un estetista qualificata, specializzata nei trattamenti dimagranti. Il massaggio anti-cellulite ha molti benefici e può essere abbinato a diverse tipologie di trattamento.

Oltre a ristabilire una corretta circolazione sanguina e linfatica, il massaggio anti-cellulite ha lo scopo di distruggere le cellule di grasso e di redistribuirle in maniera equilibrata nella zona lavorata.
Attraverso il massaggio rassodante possiamo dare un maggior vigore alla cute, rendendola più soda e tonica.
Il massaggio manuale però ha un'altra importante funzione, spesso ignorata da chi si sottopone ed un ciclo di trattamenti estetici rivolti a combattere, prevenire o attenuare la cellulite, quella della penetrazione.

Con le manovre del massaggio permettiamo alle sostanze benefiche dei prodotti utilizzati durante il trattamento, di penetrare nella pelle. Esistono diversi tipi di prodotti, ad esempio quelle lipolitiche per migliorare il metabolismo cellulare, così da diminuire le adiposità che spesso accompagnano la cellulite.

Un trattamento molto efficace per combattere la cellulite è quello di alternare il freddo al caldo. Come fare? Durante un trattamento "in cabina" possiamo optare per iniziare il trattamento dentro la sauna. Basteranno 10 minuti e la pelle inizierà ad umidificarsi, così da prepararsi ad accogliere tutte le sostanze successive.
Subito dopo inizierà il massaggio, durante il quale verranno utilizzati prodotti che rilasceranno una sensazione fredda (il più conosciuto è quello al mentolo) al contatto con la pelle. Questa variazione di temperatura aiuterà sia il microcircolo che la cute a rimanere soda.

Altri trattamenti da abbinarsi al massaggio manuale sono i fanghi, la pressoterapia, l'idromassaggio, la jonoforesi e la ginnastica passiva con le correnti eccitomotorie.

Bisogna ricordare che, per prevenire o curare la cellulite con le tecniche di massaggio, l'estetista dovrà prima di tutto concentrarsi sulla nostra circolazione venosa e linfatica. È proprio da un cattivo funzionamento del microcircolo che la cellulite trova lo spazio per formarsi, di conseguenza, le prime attenzioni devono essere rivolte a lui.

I trattamenti migliori successivi saranno quelli rivolti al rassodamento ed il dimagrimento. Sempre e rigorosamente accompagniati da una buona attività fisica ed una dieta salutare.
Per avere un quadro completo della propria situazione sarà prima di tutto necessario rivolgersi all'estetista, studiare un piano dal punto di vista estetico. Successivamente con un dietologo ed un istruttore in palestra scegliere come muoversi anche in questi due campi specifici.

Articolo di Claudia Lemmi