Rimedi naturali: Ginseng e Guaranà

Combattere la cellulite con le proprietà disintossicanti del Ginseng e Guaranà

Rimedi cellulite: ginseng e guaranà

Con l’avanzare dell’età i tessuti epidermici perdono di tonicità. La pelle, nel corso della nostra vita, è soggetta a numerosi stress e mutamenti (a volte visibili a volte meno visibili) in grado di modificarne profondamente l’aspetto.

Per dare nuova elasticità ai tessuti un buon trattamento di massaggi può rivelarsi la scelta più mirata! Il massaggio ha un’azione rigenerante, aiuta a drenare i liquidi e ad ossigenare le nostre cellule. Esistono in commercio tantissimi prodotti studiati per combattere il problema della pelle a buccia d’arancia, ed in moltissimi casi si tratta di creme davvero efficaci in grado di modificare sostanzialmente l’aspetto della nostra pelle.

Parliamo però di prodotti chimici, talvolta testati su animali e nella stramaggioranza dei casi, molto costosi. Esistono però delle validissime alternative in natura, altrettanto efficaci, e certamente meno dispendiose.

Tra i principali alleati della nostra pelle troviamo: ginseng e guaranà. Questi due semplici ingredienti, del tutto naturali, godono di ottime proprietà rassodanti. Inoltre aiutano a sciogliere i grassi ed a riattivare il metabolismo.

Un’assunzione regolare di guaranà (in commercio sotto forma di compresse) attutisce il senso di fame e riduce stress ed ansia. Una compressa al giorno per un mese può modificare sensibilmente il nostro corpo. Per un effetto disintossicante, invece, è possibile ricorrere all’uso del the verde. Una tazza di tè verde (con un cucchiaino di succo di limone) ogni mattina a digiuno, vi aiuterà a disintossicare il vostro organismo ed a rivitalizzare i tessuti.

Ricordiamo che la cellulite spesso può derivare anche da un cattivo funzionamento intestinale. Le scorie presenti nel nostro organismo, se non espulse correttamente e soprattuttoregolarmente- possono determinare gonfiori e ingrossamenti. Per evitare tali conseguenze è altamente consigliata l’assunzione di un vasetto di yogurt al naturale magro, con l’aggiunta di un po’ di sciroppo d’acero.