Massaggio shiatsu anticellulite

Un aiuto dalla medicina orientale per combattere la cellulite

In genere chi pratica questo tipo di massaggio lo fa prima di tutto per uno scopo terapeutico e per cercare di eliminare quei blocchi che non permettono il fluire dell'energia vitale. Agisce su dei punti ben definiti, stimolando la circolazione sanguigna e linfatica e permettendo in questo modo di eliminare le tossine dal corpo. In genere, chi soffre di questo inestetismo, ha un sistema circolatorio che non funziona molto bene e che non è in grado di dare la giusta ossigenazione ai tessuti, né riesce a ripulirli dalle tossine. Questa tecnica nata in Giappone, è anche molto efficace per combattere la cellulite e la temutissima ritenzione idrica. Un massaggio shiatsu in genere dura 60 minuti.

La persona che si sottopone a questo procedimento si deve sdraiare a terra su un futon, il tipico materassino basso giapponese; deve avere dei vestiti molto leggeri e soprattutto deve rilassarsi completamente. Nei primi minuti, il terapeuta chiede informazioni generali sulla vita e sulle abitudini del paziente, in modo da capire i punti sui quali è necessario agire per ottenere i risultati migliori. Ogni seduta, infatti, è individuale perché i problemi sono diversi da persona a persona, così come le cause che hanno portato al formarsi della cellulite. Il massaggio interessa sempre tutto il corpo. Esistono varie tecniche di manipolazione che si differenziano per punti e per metodi di pressione. La più antica prevede l'utilizzo dei palmi sovrapposti e dei polpastrelli e interviene in prossimità dei punti di agopuntura che devono essere posizionati abilmente lungo i meridiani.

Una tecnica più recente invece parla di utilizzare i palmi singolarmente, ma anche i gomiti e le ginocchia. Usando queste parti del corpo che sono leggermente più invasive, si ottengono con più facilità gli sblocchi necessari a liberare l'energia vitale.
Le pressioni vanno sempre dalla testa verso i piedi, insistendo più a lungo sui punti dolenti o tesi. Secondo la medicina cinese, infatti, la cellulite si forma per un ristagno di energia concentrato perlopiù nella parte superiore del corpo, ecco perché il massaggio deve partire dall'alto. In alcuni casi è possibile che si concentri sulla vescica, poi passando dalla colonna vertebrale, scendere fino al quinto dito dei piedi. Il terapista che segue questo percorso, lavora in questo modo sul dorso fino ai piedi, toccando tutte le parti del corpo che sono più soggette alla cellulite.

Il massaggio shiatsu aiuta a combattere la cellulite quando è all'inizio e non è ancora diventata una malattia. Si consiglia di sottoporsi a un ciclo di 7-10 sedute minimo, per vedere dei benefici. Il costo di una seduta è di circa 60-70 euro, ma ne beneficia non solo il corpo ma anche la mente, perché ha un effetto molto distensivo.

Articolo a cura di Alessia Rigoli